Medicina estetica e chirurgia estetica: cosa sono e in cosa si differenziano

Medicina estetica e chirurgia estetica: cosa sono e in cosa si differenziano

Medicina estetica e chirurgia estetica: cosa sono e in cosa si differenziano

Un essere umano è una creatura estetica prima ancora che etica” scriveva Joseph Brodsky, e non ha tutti i torti.

Negli ultimi anni infatti si parla sempre più di bellezza, declinata sia al femminile che al maschile, e di cura di sé.

Vengono utilizzati spesso indistintamente come fossero sinonimi, termini come “chirurgia estetica”, “medicina estetica” o “trattamenti” generando un po’ di confusione. La medicina estetica e la chirurgia estetica sono due diverse branche della stessa disciplina e hanno l’obiettivo comune di migliorare e correggere alcuni inestetismi.

Cerchiamo di capire in che cosa consistono, in cosa si differenziano e quali sono i trattamenti più richiesti e le relative tecniche che stanno prendendo piede.

La chirurgia estetica: che cos’è

La chirurgia estetica è una branca della chirurgia plastica che ha l’obiettivo di modificare e migliorare, attraverso interventi chirurgici mirati, alcune zone del corpo umano.

Le operazioni chirurgiche hanno dunque l’obiettivo di eliminare, in maniera totale o parziale, gli eventuali difetti fisici del paziente.

Il chirurgo estetico aiuta quindi il paziente a sentirsi a proprio agio con il suo corpo contribuendo a sviluppare maggiore autostima e sicurezza in sé stessi favorendo il raggiungimento non solo di un benessere fisico, ma anche psicologico.

Un intervento di chirurgia estetica, proprio per sua natura intrinseca, si differenzia da un trattamento di medicina estetica sotto differenti aspetti: presenta una correlata graduatoria di rischi maggiori per la salute del paziente, richiede l’utilizzo dell’anestesia locale o totale, i costi sono superiori così come i tempi di degenza e guarigione.

La medicina estetica: che cos’è

La medicina estetica non utilizza operazioni chirurgiche per correggere difetti fisici del paziente o per rallentare l’invecchiamento.

Lo specialista lavora attraverso trattamenti poco invasivi a seconda dell’inestetismo che il paziente vuole combattere.

Fra le tecniche maggiormente utilizzate ne troviamo alcune come i trattamenti laser, i filler, la biorivitalizzazione e la radiofrequenza.

I trattamenti più richiesti: i filler

Fra i trattamenti più richiesti in medicina estetica ci sono quelli contro lo skin aging che hanno quindi l’obiettivo di eliminare le rughe.

Il fenomeno dello skin aging consiste nell’invecchiamento della cute che comporta l’assottigliamento e la perdita dell’elasticità causando la comparsa delle rughe.

È possibile distinguere due tipologie di rughe: le prime sono segni di mimica facciale, anche chiamate rughe d’espressione causate dall’impoverimento delle strutture portanti della pelle come il collagene, l’elastina e l’acido ialuronico. Le seconde sono rughe caratterizzate dall’invecchiamento e dal cedimento del profilo facciale e dipendono dalla diminuzione della tonicità della pelle e dell’elasticità. Sono le rughe situate nella zona degli zigomi, della bocca e delle arcate sopracciliari.

Per combattere la comparsa delle rughe di qualsiasi tipo si può ricorrere ai filler, che consistono nell’iniezione di una sostanza sottopelle.

Con le iniezioni di filler all’acido ialuronico per esempio è possibile riempire le rughe degli occhi quelle della fronte, delle labbra, del collo e distenderle.

Sempre con un’infiltrazione di questo tipo è possibile anche aumentare il volume di zigomi, mento e di tutte quelle aree del volto depresse. Oltre alla scelta sulla tipologia di intervento, è molto importante scegliere la migliore clinica a cui affidarsi. Nei centri Dr.Lips vengono utilizzati unicamente filler di elevatissima qualità prodotti da Merz Pharma, leader mondiale in soluzioni innovative contro lo skin aging.

Altri trattamenti: combattere la cellulite con la mesoterapia

La medicina estetica conta una serie di trattamenti molto richiesti. Tra questi c’è la mesoterapia, nata per combattere la cellulite. É un trattamento tra i più richiesti, scoperta negli anni ’50 dal medico francese Pistor.

Questa tecnica si basa essenzialmente sull’iniezione di un insieme di farmaci in dosi ridotte, effettuate tramite degli aghi molto sottili applicati a multi-iniettori. A seconda del singolo caso si possono avere da 3 a 18 aghi, la cui lunghezza è di circa 4 millimetri.

About Author

Related posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

   02 8717 7966      338 813 80 17